martedì 5 febbraio 2013

Dolcetti di Carnevale: Nastri "zuccherosi" (Contest: Il mio dolce di Carnevale)

Come promesso continuo con la raccolta delle ricette di Carnevale...
Questa, come le altre è una ricetta fritta, ma super golosa e diversa dalle solite ciambelle...

Sono in Nastri...cosi vengono chiamati (ho fatto una piccola ricerca in internet!!)

Ecco qui che cosa intendo:



Ricoperti di zucchero semolato appena fritti, quando ancora sono bollenti! Una libidine!

Ecco a voi la ricetta:


  • 350 gr farina 00
  • 150 gr farina Manitoba
  • 1 uovo
  • 170 gr di latte
  • 30 gr lievito di birra
  • 45 di burro
  • 70 gr di arancia candita tritata
  • 7 gr di sale
  • 5 gr di miele
  • 1 limone
Per il composto di mandorle:
  • 35 gr mandorle tritate finissime
  • 35 gr di zucchero
  • 10 gr di albume
Per decorare:
  • Zucchero semolato
Per prima cosa preparare il composto di mandorle: alla mandorle unite lo zucchero e l'albume  mescolate e conservate a parte. Sciogliere il lievito nel latte tiepido con il miele, lasciar riposare per 20 minuti.
Al lievito fermentato unire l'uovo. Incorporate il sale, il composto di mandorle e poi aggiungete le due farine.
Aromatizzare con la scorza grattugiata del limone ed incorporate il burro morbido.
Completare con l'arancia candita tritata finissima ( gli da un tocco speciale!!). lavorare a lungo la pasta per renderla liscia, omogenea e morbidissima. Lasciar riposare la pasta fino al raddoppio del volume. Una volta raddoppiato il volume, ponetela 15/20 minuti in freezer. 
Riprendete la pasta lavoratela e con il mattarello stenderla ad uno spessore di 5 mm. Con la rotella tagliate dei rettangoli incidendo al centro un lungo taglio. Aprire la frittella e fate passare il lembo della pasta nel taglio centrale. Adagiare i nastri su teglia con carta da forno copriteli con dei canovacci e emetteteli a lievitare per altro 60/90 minuti. 
A lievitazione avvenuta friggete da ambo i lati i nastri ( olio a 175°). Scolateli su fogli di carta assorbente e "impanateli" con zucchero semolato.

Da gustare tiepidi..

Una libidine!!

Con questa ricetta partecipo al Contest di CASA&idee : " Il mio Dolce di Carnevale"